PALALOTTICI INAUGURATO NUOVO IMPIANTO INDOOR

 

 

 

 

PalaLottici: si torna in pista

Inaugurato l’impianto indoor fresco di restyling.

La Cittadella dell’Atletica risorge dal fango.

PalaLottici: si torna in pista. Il rinnovato impianto indoor si apre alla città dopo l’ultimissimo restyling.  Duramente colpito dall’alluvione dell’ottobre 2014, il polo di via Po è ora dotato di 6 nuove corsie da 60 metri per velocità e ostacoli e da zone dedicate al salto con l’asta, al salto in alto e al getto del peso, mentre è stata rifatta la pedana del salto in lungo e triplo.  Un’inaugurazione attesa dal mondo dello sport, dell'atletica in particolare, resa possibile grazie al sostegno del Comune di Parma e all’impegno di PianetAtletica, sodalizio composto da Cus Parma e AtleticaViva, che gestisce l’impianto. Prima con l'ex assessore Giovanni Marani poi con l'attuale delegato allo sport Marco Bosi, l’amministrazione ha investito energie e risorse nel progetto.  La struttura torna alla completa funzionalità ed è pronta ad accogliere atleti, famiglie e soprattutto l'attività agonistica anche di alto livello. Si tratta di un progetto ad ampio respiro che, insieme al recupero dello stadio Lauro Grossi, ha portato alla creazione di un polo dell'atletica parmigiano con rilievo nazionale chiamato la Cittadella dell'Atletica.

“Quest’inaugurazione ha raccolto tutto il mondo dell’atletica di Parma, protagonista insieme all’Amministrazione di una rinascita. Rinascita che vede a Parma il secondo impianto indoor e uno dei pochi su scala nazionale – ha commentato Michele Ventura, presidente Cus Parma - Si inaugura oggi un impianto molto più performante del precedente in grado di garantire un attività agonistica di livello eccellente e di aumentare i numeri dell’atletica di Parma. Una disciplina che sta crescendo e coinvolgendo un pubblico sempre maggiore come dimostrano gli oltre 700 tesserati Cus Parma”.

Matteo De Sensi, consigliere nazionale Fidal e responsabile della Sezione atletica leggera del Cus Parma, Marco Benati presidente regionale Fidal e Michele Vescovi, presidente di AtleticaViva hanno voluto ribadire  come “gli impianti alluvionati siano prontamente rianimati dai cittadini subito dopo l’alluvione. L’Amministrazione ha organizzato l’equipe chirurgica, l’intervento che viene presentato oggi rivela anche le mani di un’equipe di chirurgia plastica. La sua bellezza è frutto dell’impegno di tanti. Il lavoro gestionale ora dovrà essere ambizioso come ambizioso è l’impianto. In termini di gare e di manifestazioni che siano di riferimento per chi vive a Parma, ma anche a livello regionale ed oltre”.

Il sindaco Federico Pizzarotti ha poi ricordato come “Giovanni Marani ha iniziato il percorso che ha portato all’inaugurazione di oggi e l’idea dell’Amministrazione è quella di acquisire tutta l’area dismessa dell’ex pizzeria accanto al Lauro Grossi per creare un cuore sportivo della città”.

Le caratteristiche dell’impianto -  Inaugurato nel 2006 in continuità con il campo scuola Lauro Grossi, il centro polivalente ‘Gino Lottici’ è nato per soddisfare le esigenze dell’atletica, del pattinaggio su pista e artistico e del calcio a 5. L’impianto sportivo – composto da un campo da calcetto/hockey indoor parquet, una pista a cinque corsie da 160 metri indoor, un rettilineo 60 metri a tre corsie e una buca salto in lungo – è stato teatro di manifestazioni sportive, occasione di momenti di aggregazione e socializzazione ma soprattutto punto di appoggio per diverse società, tra cui Cus, Parma Sprint e Coop, che negli anni hanno fatto riferimento al PalaLottici per la preparazione invernale. 

I lavori post alluvione - Dopo l’esondazione del Baganza l’intervento di recupero è stato suddiviso in step, dall’ importo complessivo che si aggira sugli 850mila euro. La prima fase ha riguardato il rifacimento integrale della pista di atletica ad 8 corsie e delle zone per lanci e salti, oltre alla gabbiao del martello e disco del Campo Scuola Lauro Grossi. Il costo del primo stralcio ammonta a 452mila euro, finanziati per 330mila euro da Iren e 122mila euro dal Comune. La seconda fase d’intervento, inerente entrambi gli impianti della Cittadella dell'Atletica, ha visto la trasformazione del PalaLottici in impianto ad intera vocazione per l'atletica leggera, con la realizzazione della parte centrale in tartan per velocità, ostacoli e salti. Il Campo Scuola invece ha visto il rifacimento della centrale termica e ulteriori interventi delle linee di alimentazione, impianto elettrico e recinzione. Questi lavori, a cui seguirà un terzo stralcio per la messa a norma della tribuna, è stato finanziato tramite bando della Regione Emilia Romagna. L’importo è pari a 394mila euro.