PLAY OFF “A-B”

Ottavi di Finale GARA 3 – 26/04/2019

CUS Parma vs BASKET Campagnola Emilia                            69 – 55

(23-17; 15-12; 13-6; 18-20)

Arbitri: Vecchio e Giacomazzi

Usciti per 5 falli: Lezzerini (CUS)

T.L.: CUS 23/30 – Campagnola 13/25

CUS Parma

Manuto 9; Furia n.e.; Pattini (K) 11; Franchini 10; Schianchi; Parizzi F. 9; Carretta 2; Petiziol 2; Lezzerini 9; Cornacchione 10; Marzo 4; Chezzi 3. All.re: Marcucci

BASKET Campagnola Emilia

Lucchini 8; Fregni 8; Piuca R. 9; Gelosini (K) 4; Parmiggiani 3; Soccetti 4; Sacchi; Rustichelli 12; Carnevali n.e.; Bigliardi n.e.; Torreggiani 2; Bartoli 5. All.re: Carpi

Il CUS allunga la stagione: vinta la bella con Campagnola

MVP:  (Cus Parma, tutta la squadra)

Non voleva uscire e l’ha dimostrato coi fatti. Il Cus Parma fa sua la bella contro l’ostica Campagnola Emilia, arrivata al Campus per vendicare le ultime uscite stagionali, arrivate proprio per mano del Cus. Una partita controllata dall’inizio alla fine per la squadra di coach Marcucci, che ha messo in campo grinta e concentrazione, concedendo poco e niente ai tre giocatori che più di altri avevano fatto male in gara 2, ovvero: Lucchini, Piuca e Rustichelli. Una vittoria di squadra, come confermato dai tabellini, ma anche dal grado di coinvolgimento di tutto il roster.

La partita

Come detto il Cus parte concentrato, lasciando agli avversari solo canestri difficili o qualche conclusione estemporanea. Finite queste, Campagnola fatica a trovare la via del canestro, ma soprattutto a tenere il ritmo del Cus, che oltre a trovare buone conclusioni da sotto, riesce a spezzare la gara con una serie di rubate che lasciano senza fiato gli avversari (emblematico un uno due di Franchini, finalmente tornato in forma dopo l’infortunio di un paio di mesi fa). Il Cus non molla la presa e nel secondo quarto riesce ad allungare ancora, nonostante i problemi di falli di Lezzerini, che costringono coach Marcucci a chiamare in causa prima del previsto anche il giovane Schianchi, che buttato nella mischia si cala subito nel clima playoff piazzando una stoppata feroce su Lucchini. Il primo tempo si chiude con il Cus avanti di 8. Al rientro dagli spogliatoi gli universitari aprono in due la gara, affidandosi all’esperienza dei suoi veterani ed alla aggressività in difesa. Campagnola non si rialza più, nel quarto periodo, nella seconda parte, prova un sussulto, ma è solo un rilassamento dei padroni di casa, che giovedì affronteranno una delle favorite del campionato, Reggiolo.

Stefano Manuto


12/04/2019 – Ottavi di Finale GARA 1

CUS Parma vs BASKET Campagnola Emilia 80 – 59

(27-15; 19-21; 18-11; 16-12)

Arbitri: Zazzero e Piedimonte

Usciti per 5 falli: nessuno

T.L.: CUS 12/15 – Campagnola 12/16

CUS Parma

Manuto 6; Pattini (K) 16; Franchini 2; Schianchi 2; Bellicchi; Parizzi F. 7; Carretta 11; Giampellegrini Gi. 6; Lezzerini 11; Cornacchione 9; Marzo 3; Chezzi 7. All.re: Marcucci

BASKET Campagnola Emilia

Lucchini 18; Delbue 3; Gelosini 12; Parmiggiani 2; Soccetti 6; Sueri 5; Sacchi 4; Rustichelli 1; Carnevali n.e.; Bigliardi; Torreggiani 6; Bartoli 2. All.re: Carpi

Bella vittoria del CUS all’esordio nei play-off

MVP:  Pattini (Cus)

Stefano Manuto

Si aprono con una vittoria i playoff 2019 del Cus Parma che, come ormai capita da 3 anni, si è scontrata con Campagnola, ostica formazione del reggiano, arrivata in terra ducale per vendicare le due uscite nelle edizioni precedenti. Come detto, il Cus fa sua la gara, giocata con piglio, concentrazione e con un piano partita rispettato in pieno: tanta corsa, difesa concentrata su Rustichelli e condivisione del pallone in attacco.

La partita:

I ragazzi di coach Marcucci partono concentrati, giocando un primo quarto gagliardo e mettendo la partita sui giusti binari.  A dare il primo strappo è capitan Pattini, che accende il bus portando a scuola Lucchini (di gran lunga il migliore dei suoi). Il play parmigiani colpisce dalla distanza e lucra falli a ripetizione, mettendo a referto ben 11 punti in metà quarto. Il secondo periodo è spumeggiante per il Cus, che però, anche nei momenti di difficoltà, riesce a tenere dritta la barra del timone, mantenendo una decina di punti di vantaggio, questo nonostante lo spadellamento da fuori da parte di Filippo Wippo Parizzi, orfano delle sue sedute di tiro del giovedì. Nel secondo tempo il Cus non molla la presa sulla partita, anzi, aumenta l’intensità in difesa, trovando canestri da fuori (ottimo l’impatto del veterano Giampellegrini), e punti in transizione, ed annullando di fatto l’impatto di Rustichelli, prima bocca di fuoco di Campagnola, tenuto ad 1 punto. Il finale è solo per la storia, con una piccola fiammata da parte dei reggiani, subito spenta dal Cus, che venerdì sul campo di Capagnola potrebbe chiudere la serie e proiettarsi alla semifinale.


29/03/2019 – 12° Giornata RITORNO

Scuole Basket Cavriago vs CUS Parma 58 – 82

(15-16; 11-23; 15-23; 17-20)

Arbitri: Moratti e Bertolini

Usciti per 5 falli: Carretta (CUS)

T.L.: Cavriago 13/20 – CUS 3/4

Scuole Basket Cavriago

Zecchetti 5; Pivetti n.e.; D’Amore 13; Martinelli 7; Sandrolini; Pezzi (K) 10; Lorenzani 2; Rubertelli; Mursa 6; Cantagalli 15; Minardi. All.re: Castellani

CUS Parma

Manuto; Pattini (K) 11; Schianchi; Bellicchi 5; Parizzi F. 16; Carretta 10; Petiziol 2; Lezzerini 24; Cornacchione 14; Chezzi; Ghezzi. All.re: Marcucci

CUS corsaro: Cavriago travolto

Ultima di stagione regolare col botto per il Cus Parma che sul campo della favorita del campionato, Cavriago, sfodera una prestazione balistica da ricordare, ma soprattutto mette in mostra un approccio alla partita già da playoff, fatto di difesa, ritmo e sacrificio. Una gara praticamente a senso unico, con Cavriago che resta in partita solo nel primo quarto, provando un timido rientro nell’ultimo periodo, ma di fatto molto piatta e annichilita dalla raffica di triple degli universitari, che tra secondo e terzo periodo scavano il solco decisivo per portare a casa i due punti e tenere aperto il discorso primo posto.

La Partita

Come detto i padroni di casa reggono un quarto, grazie soprattutto al talento di D’Amore ed alla gara di Martinelli. Il Cus dal canto suo, riesce ad arginare Pezzi sotto canestro ed a trovare una buona esecuzione in attacco, chiudendo il primo periodo avanti di un punto. L’inizio del secondo quarto è ancora all’insegna dell’equilibrio, ma è dalla metà del quarto che il Cus dà il via alla grandinata di triple, col solito Parizzi e con un Lezzerini molto aggressivo in fase realizzativa. Ma sono tutti gli esterni del Cus a premere sull’acceleratore, partendo da capitan Pattini fino ad arrivare a Cornacchione, che sfodera una partita a tutto tondo, nobilitata da 2-3 giocate di alto livello. Cavriago prova ad affidarsi a D’Amore, che però è troppo solo per reggere l’urto. Il terzo quarto si apre nello stesso modo, ovvero con il Cus a difendere forte e senza sbavature, per poi attaccare con ritmo ed esecuzione, trovando così il canestro con continuità, chiudendo di fatto la gara toccando anche il +25.

Nell’ultimo periodo Cavriago ha un sussulto d’orgoglio, riuscendo ad arrivare anche sui 15 punti di scarto, ma il Cus ormai è lanciato e non si gira indietro, chiudendo così la stagione regolare nel miglior modo possibile ed avviandosi così a dei playoff che vuole giocare da protagonista.

MVP: Lezzerini (CUS)

Stefano Manuto



11° Giornata RITORNO- 
22/03/2019

CUS Parma vs IRA TENAX Cortemaggiore 70 – 49

(20-9; 16-16; 15-7; 19-17)

Arbitri: Meloni e Zazzero

Usciti per 5 falli: Chezzi (CUS)

T.L.: CUS 10/16 – Cortemaggiore 13/22

CUS Parma

Manuto 5; Furia 7; Pattini (K); Schianchi; Bellicchi 6; Parizzi F. 27; Carretta 8; Petiziol 7; Chezzi 2; Ghezzi 3; Pellegrino 5. All.re: Marcucci

IRA TENAX Cortemaggiore

Villani 7; Avanzi 3; Ceci 9; Poggi 8; Righi (K) 7; Stecconi; Mazza n.e.; Gelmini 8; Betti 5; Longhi 2. All.re: Cremonesi

Il CUS supera Cortemaggiore senza problemi

Ultima uscita casalinga (per quanto riguarda la stagione regolare) per il Cus Parma, che centra un’importante vittoria contro Cortemaggiore. Una vittoria di squadra, ottenuta sopperendo alle due assenze pesanti di Lezzerini e Cornacchione, ma arrivata soprattutto grazie ai 27 punti di Filippo “Wippo” Parizzi, vero spauracchio della difesa di Corte per tutti i minuti passati in campo.

La Partita

Il Cus parte subito forte, giocando attento in difesa e aggressivo in attacco. Parizzi comincia il suo show, ma è tutta la squadra ad avere un piglio importante, anche a rimbalzo, dove però la coppia Manuto-Chezzi “se magna l’impossibile”, non concretizzando lo sforzo, più efficace invece in fase realizzativa Bellicchi. Nel secondo quarto il Cus alza il piede dall’acceleratore, ma Cortemaggiore non ne approfitta, anche se riesce a contenere lo svantaggio ad 11 punti.

La ripresa inizia ancora con il Cus smanioso di chiudere la gara, affidandosi sempre al solito Parizzi, ma dividendo bene le segnature su tutti i giocatori chiamati in causa. Toccato il +20, i ragazzi di coach Marcucci sono bravi a gestire la gara, portando a casa due punti importanti sia per la classifica, sia in vista della gara contro la strafavorita per il campionato Cavriago.

MVP: Parizzi Filippo (CUS)

Stefano Manuto


10° Giornata RITORNO – 14/03/2019

Vico Basket vs CUS Parma 59 – 72

(20-22; 14-18; 11-19; 14-13)

Arbitri: Spocci e Imperatore

Usciti per 5 falli: Iannotta (Vico) e Chezzi (CUS)

T.L.: Vico 11/15 – CUS 18/26

Vico Basket

Zambelli; Lavega (K) 8; Caggiati 3; Mastroberardino 7; Iannotta 12; Sisti 9; Bozzetto 3; Veronese 3; Rastelli 5; Calzi A.; Bondani; Cristini 9. All.re: Zucchi

CUS Parma

Manuto 8; Pattini (K) 3; Schianchi 1; Bellicchi 6; Parizzi F. 14; Carretta 10; Petiziol 9; Giampellegrini Gi. 3; Lezzerini 9; Cornacchione 5; Chezzi 1; Pellegrino 3. All.re: Marcucci

CUS corsaro fa suo il derby con il Vico

MVP: ()


9° Giornata RITORNO – 08/03/2019

CUS Parma vs Basket Podenzano  72 – 65

(19-11; 14-21; 21-20; 18-13)

Arbitri: Riccardi e Martini

Usciti per 5 falli: Monti (Podenzano)

T.L.: CUS 10/15 – Podenzano 9/20

CUS Parma

Manuto 14; Furia n.e.; Pattini (K) 9; Pellegrino; Parizzi F. 19; Carretta 11; Petiziol 9; Giampellegrini Gi; Lezzerini 6; Cornacchione 4; Chezzi; Ghezzi. All.re: Marcucci

Basket Podenzano

Perotti 1; Gianelli 4; Olmo 12; Sebastiani S. 8; Monti (K) 5; Petrov 16; Sebastiani A.; Stellato 14; Rruga 5; Diop. All.re: Micovic

Il CUS a fatica supera un Podenzano in palla

Torna alla vittoria il Cus Parma, che dopo la discussa sconfitta con Jolly, si rifà subito, sul campo di casa, contro una Podenzano in netta risalita, capace di una partita gagliarda, risolta dagli universitari solo in volata, grazie ai canestri di Petiziol ed alla coppia Manuto-Parizzi.

La partita

Il Cus parte forte, soprattutto in difesa, dove riesce a limitare Stellato ed a mandare fuori giri Gianelli (incisivo solo a cavallo di terzo e quarto quarto, per il resto dannoso). Podenzano però è brava a reagire, lavorando bene a rimbalzo e trovando con Stellato punti pesanti per rientrare. Coach Marcucci prova a scuotere i suoi con un time out dai decibel alti, una mossa che ottiene qualche risultato, anche se il primo tempo si chiude ad appannaggio degli ospiti, che vanno negli spogliatoi sul -1 (20’: 33-32).

Nella ripresa la musica non cambia: il Cus prova ad andare via, ma Podenzano trova sempre le risposte giuste per rimanere a contatto. Coach Marcucci trova il solito Parizzi come prima opzione offensiva, sostenuto dall’esperienza di Manuto e di capitan Pattini (buono anche l’impatto di Carretta), ma non basta per dare lo strappo decisivo, anche per merito di Podenzano, che trova con Petrov (il migliore dei suoi), punti pesanti.

Il quarto periodo è quello decisivo: il Cus prova a stringere due viti in difesa, ma Stellato è bravo a trovare canestri marcato o ottimi scarichi per i suoi compagni. I ducali però hanno maggior qualità, ed alla lunga questo si vede. Parizzi dalla distanza, Manuto da sotto e Petiziol con un canestro pesantissimo a gioco rotto, traghettano il Cus verso la vittoria che mantiene vivo l’obiettivo secondo posto.

MVP: Parizzi Filippo (CUS)

Stefano Manuto


8° Giornata RITORNO – 01/03/2019

CUS Parma vs Basket Jolly RE  72 – 75

(21-23; 15-20; 22-16; 14-16)

Arbitri: Fichera e Piedimonte

Usciti per 5 falli: nessuno

T.L.: CUS 8/15 – Jolly 13/23

CUS Parma

Manuto 2; Pattini (K) 15; Schianchi n.e.; Bellicchi 4; Parizzi F. 17; Carretta 7; Petiziol 13; Pellegrino 2; Lezzerini 6; Cornacchione n.e.; Marzo; Chezzi 6. All.re: Marcucci

Basket Jolly Reggio Emilia

Tondelli 11; Foroni; Manini (K) 7; Moscatelli 1; Vologni 20; Pellini 19; Damiani; Pirelli n.e.; Menozzi n.e.; Monti; Taddei 10; Spaggiari 7. All.re: Bartoli

Un’ottima Jolly espugna il Palacampus nel big-match per il primo posto

Prima sconfitta del 2019 per il Cus Parma che cade, come già successo all’andata, contro Basket Jolly, dopo una partita combattuta dall’inizio alla fine, caratterizzata da ben 5 antisportivi ai danni dei cussini…

Gli universitari hanno dovuto fare a meno, oltre a Franchini infortunato, anche di Amedeo Cornacchione, tenuto a riposo precauzionale da coach Marcucci che non lo ha voluto rischiare in vista della volata finale della stagione e degli imminenti playoff.

Come detto, è stata una partita combattuta, con Jolly che ha dimostrato tutte le sue qualità: grande affiatamento, gambe fresche e la faccia tosta di giocare i minuti importanti senza paura. Ottima partita anche per il Cus Parma che, al netto di qualche distrazione, è stata bravo a sfruttare i suoi punti di forza, stringendo due viti difensive nel secondo tempo e sfiorando il supplementare con una tripla da oltre centro campo di Filippo Parizzi.

MVP: Parizzi (CUS)

Stefano Manuto


7° Giornata RITORNO – 22/02/2019

Fulgorati Fidenza vs CUS Parma 62 – 79

(15-20; 18-20; 18-19; 11-20)

Arbitri: Fichera e Riccardi

Usciti per 5 falli: Molinari e Poggi (Fulgorati)

T.L.: Fulgorati 14/18 – CUS 14/20

Pall. Fulgorati Fidenza

Berselli; Molinari (K) 5; Dallaturca 3; Ferrari 5; Gaudenzi 31; Orsi 1; Giraud 2; Baldi 9; Poggi 6. All.re: Giacobbi

CUS Parma

Manuto 5; Furia; Pattini (K) 8; Schianchi 6; Bellicchi 6; Parizzi F. 9; Carretta 9; Lezzerini 26; Marzo 7; Chezzi 3. All.re: Marcucci

Un CUS rimaneggiato passa a Fidenza

Bella vittoria del Cus Parma, che mantiene il passo delle prime, passando sul campo di Fidenza, dopo una partita sempre in equilibrio e risolta in apertura di quarto periodo, quando il Cus mette la freccia e, raggiunta la doppia cifra di vantaggio abbondante, non si gira più indietro.

La Partita

Primo quarto che fila via liscio, con le due squadre in equilibrio: da una parte le invenzioni di Gaudenzi, dall’altra la maggior taglia fisica del Cus, che appoggia bene la palla ai suoi lunghi, bravi ad innescare gli esterni. Fidenza è troppo piccola sotto, e la coperta diventa corta, a maggior ragione quando Gaudenzi è seduto in panchina. I Fulgorati però non mollano e, aiutati da qualche sbavatura di troppo, ad inizio secondo periodo tornano sotto nel punteggio. Qui il Cus è bravo a non scomporsi, tornando a giocare sotto canestro, difendendo forte e concedendo poco e niente a chi non si chiami Gaudenzi. Il copione del secondo tempo è molto simile al primo: il Cus spreca troppo e concede qualcosa a rimbalzo d’attacco (ottima partita di Ferrari sotto questo aspetto), Fidenza rientra grazie alle invenzioni di Gaudenzi ed all’energia di Baldi. Ancora una volta però il Cus cambia marcia: guidata da un Lezzerini finalmente lontano dai falli ed incontenibile in attacco, la squadra di coach Marcucci ritrova verve e compattezza difensiva, dando lo strappo decisivo alla gara, poi controllata nel quarto periodo. Ottima la prova del giovane Schianchi, chiamato in causa per i molti infortuni, ed ovviamente di Tommaso Lezzerini, la vera arma in più di questo CUS, assieme a Cornacchione, fuori per un problema muscolare.

MVP: Lezzerini (CUS)

Stefano Manuto


6° Giornata RITORNO – 15/02/2019

CUS Parma vs Ducale Magik Parma                         65 – 54

(23-11; 12-10; 21-18; 9-15)

Arbitri: Imperatore e Saglia

Usciti per 5 falli: nessuno

T.L.: CUS 1/4 – Ducale 17/31

CUS Parma

Manuto 4; Pattini (K) 3; Franchini; Schianchi; Bellicchi 9; Parizzi F. 16; Petiziol 10; Pellegrino 3; Lezzerini 12; Cornacchione 6; Chezzi 2; Ghezzi. All.re: Marcucci

Ducale Magik Parma

Illari 11; Pergetti 5; Pensotti 5; Frazzi (K) 13; Barigazzi; Resurreccion 2; Tinelli; Pezzani 10; Allodi 4; Saporito 4. All.re: Raffin

Il CUS passa nel derby con la Ducale

Altra vittoria per il Cus Parma che, contro una Ducale in grande crescita, indirizza subito la partita su binari a lei congeniali, per poi gestire, più o meno bene, il vantaggio accumulato nel primo quarto, incrementandolo pian piano ed alzando le braccia dal manubrio solo alla fine dell’ultimo periodo. Dal canto loro, buona partita dei ragazzi di coach Raffin, con un Illari ancora una volta in doppia cifra, ma sinceramente poco servito dai compagni. Quantomeno particolare il dato dei liberi, con la Ducale in lunetta per 31 volte contro le sole 4 dei padroni di casa. Per lo meno nessuno potrà parlare di arbitraggio casalingo.

La partita

Le due squadre partono subito correndo da una parte all’altra del campo, con un ritmo alto e tanta intensità. Il Cus comincia a colpire dalla distanza, e quando, nella seconda parte del quarto gira due viti in difesa, per la Ducale si fa difficile trovare il canestro. Il parziale a fine periodo recita un +12 Cus, un tesoretto che gli universitari si portano dietro per tutta la gara, grazie soprattutto ai canestri di Filippo “Wippo” Parizzi, ed alla grande verve di Alessandro “Dino” Bellicchi. La Magik prova a resistere, ma il divario tra le due squadre è troppo evidente. In apertura di secondo tempo il Cus torna ad accelerare, sfiorando il +20 mettendo così l’ipoteca sulla vittoria. Ipoteca che però rischia di essere stracciata dal ritorno della Ducale, che nel finale di partita prova a mettere paura al Cus, arrivando anche fino a meno 7, prima che Tommy Lezzerini, come nell’ultima gara esterna, si metta al lavoro chiudendo il discorso vittoria con due canestri di puro talento.

MVP: Parizzi (CUS)

scritto da Stefano Manuto


5° Giornata RITORNO – 08/02/2019

Gazze Canossa vs CUS Parma 72 – 83

(17-15; 14-23; 22-16; 19-29)

Arbitri: Boccia e Mussini – Usciti per 5 falli: Parizzi F. e Lezzerini (CUS)

T.L.: Gazze 21/39 – CUS 8/12

Gazze Canossa

Franzini (K) 5; Fantuzzi 5; Bigliardi 12; Guatteri 4; Ferretti 2; Maggiali 20; Tubertini; Fontanesi 24; Pignedoli n.e. All.re: Brevini

CUS Parma

Manuto 6; Pattini (K) 4; Franchini 9; Schianchi 3; Parizzi F. 14; Carretta 14; Petiziol 8; Lezzerini 11; Cornacchione 12; Chezzi 2. All.re: Marcucci

Vittoria di squadra del CUS contro le Gazze

Difficile vittoria del Cus Parma, che passa sul campo delle Gazze Canossa, dopo una partita dura, giocata sottotono per larghi tratti, ma chiusa con un crescendo di attacco e difesa. Una partita caratterizzata dai tanti viaggi in lunetta dei padroni di casa, ai quali il Cus ha risposto con triple e rimbalzi offensivi.

La gara

Discreta partenza del Cus, che pur perdendo qualche palla di troppo, riesce comunque ad imporre un discreto ritmo alla gara. Gazze però ha dalla sua il fattore campo ed una verve maggiore, data anche dal duo Maggiali-Fontanesi, bravi nell’attaccare il canestro, anche se poco presenti a rimbalzo difensivo, concedendo troppo agli universitari. Il primo tempo vede la firma di Filippo Wippo Parizzi, che colpisce da lontano e si batte come un leone in mezzo al campo. Il primo tempo si chiude con una tripla di Cornacchione che, seppur in ciabatte, mette ugualmente il marchio sulla gara con 4 triple a segno su 9 tentativi. Una costante per il Cus è Carretta, che pur prendendosi una caterva di botte dagli avversari (10 falli subiti), attacca sempre il canestro. Ma Gazze non molla di un centimetro, ed al rientro dagli spogliatoi, riesce prima ad agganciare e poi superare il Cus, forse punito troppo dagli arbitri, ma anche più concentrato sui grigi che a giocare. L’ultimo quarto si apre col Cus avanti di 1, ma con decisamente un altro atteggiamento in campo, testa bassa e tanta grinta, anche sotto le plance. Carretta continua imperterrito ad attaccare, tenendo lì il Cus, che nella seconda parte dell’ultimo periodo mette la freccia e scappa via grazie anche ai canestri di Tommaso Lezzerini, che ne spara praticamente 8 in fila lanciando il Cus ad una vittoria difficile e preziosa in ottica primo posto.

MVP: (Andrea Carretta)

by Stefano Manuto


4° Giornata RITORNO – 01/02/2019

Basket Salso vs CUS Parma 60 – 72

(20-20; 14-23; 5-17; 21-12)
Arbitri: Martini e Riccardi
Usciti per 5 falli: nessuno
T.L.: Salso 4/6 – CUS 14/18

Basket Salso:
Canali 11; Rigoni; Biacca 2; Cigala; Avanzini 3; Lettieri (K) 6; Zamboni 2; Boselli 2; Maccini 21; Cabrini 7; Ziliotti 6. All.re: Allodi

CUS Parma:
Manuto 8; Pattini (K) 13; Franchini; Bellicchi; Parizzi F. 16; Carretta 6; Lezzerini 13; Cornacchione 11; Marzo 3; Chezzi 2. All.re: Marcucci

IL CUS CALA IL POKER: SALSO SCONFITTO
Sfida nel gelo quella tra Salso e Cus Parma che in un freddo venerdì sera di febbraio hanno dato vita ad una partita con qualche alto e basso, ma nel complesso piacevole e corretta. A spuntarla un Cus Parma più concreto e profondo, in buona giornata al tiro dalla distanza e solido sotto canestro. Unica pecca, un ultimo quarto giocato in modo distratto e superficiale, che non ha fatto di certo felice coach Marcucci.

LA PARTITA
Primo quarto frizzante per entrambe le squadre, che trovano buoni canestri in transizione ed anche a difesa schierata, chiudendo sul 20 pari i primi 10 minuti. Nel secondo quarto la partita sale di colpi. Salso parte forte, ma la chiusura del periodo del Cus è tosta, guidato dalle bombe della coppia Pattini-Parizzi e dai giochi a due sull’asse Lezzerini-Manuto. Quando all’attacco si aggiunge la difesa, i parmigiani piazzano il primo parziale a loro favore. Un parziale che diventa un solco incolmabile nei primi 5 minuti della partita, quando gli universitari schiacciano sull’acceleratore, in attacco ed in difesa, recuperando i palloni e giocando in campo aperto. In metà quarto si arriva sul più 20 e da lì in poi la squadra di Marcucci non si gira più indietro, portando a termine la partita, con l’unica pecca dell’ultimo periodo giocato all’acqua di rose, con Salso che riduce il passivo, grazie anche ai canestri di Maccini. MVP Tommaso Lezzerini, sempre alle prese con falli a dir poco stupidi, ma una presenza costante in difesa, ed una grande vitalità in attacco, dove spesso è l’uomo in più in situazioni di gioco rotto. Menzione speciale anche per capitan Pattini, che in trasferta sta trovando spesso e volentieri una mano mortifera dalla distanza.
MVP: Lezzerini (CUS)


3° Giornata RITORNO – 25/01/2019

CUS Parma vs S.Ilario B&V                           81 – 65

(22-15; 17-19; 22-15; 19-16)

Arbitri: Saglia e Oddi

Usciti per 5 falli: nessuno

T.L.: CUS 9/16 – S.Ilario 10/13

CUS Parma

Manuto 8; Furia; Pattini (K) 10; Franchini 9; Schianchi; Parizzi F. 8; Carretta 8; Lezzerini 8; Cornacchione 11; Chezzi 17; Giampellegrini Gi. 2; Ghezzi n.e. All.re: Marcucci

  1. Ilario B&V

Cervi 3; D’Amore 12; Bertolini 5; Rosi 3; Giglioli 11; Violi 11; Micucci (K) 9; Amponsah 6; Dallarigine; Fava 2; Guasti 3. All.re: Violi

Il CUS centra la terza del 2019

Terza vittoria consecutiva per il Cus Parma, che contro S.Ilario porta a casa il risultato, lasciando però ancora l’amaro in bocca a coach Marcucci ed al suo staff, giustamente convinto che la squadra non sfrutti al massimo le tante potenzialità. Ad ogni modo sono arrivati i due punti per Pattini e compagni, partiti forte, poi rilassatisi ed infine ancora con l’acceleratore pigiato.

La Partita

Come detto il Cus parte forte, non tanto in difesa, quanto in attacco, dove riesce a correre in molte situazioni ed a sfruttare la maggior prestanza fisica dei suoi lunghi. Molto bravo Marco Master Scatizzola Chezzi, che sfrutta il lavoro dei compagni per chiudere a canestro con un inusuale tocco morbido (che poi purtroppo per lui non riesce a replicare al Ratafià di Parma). S. Ilario però non molla la presa sulla partita, e nel secondo quarto prova quantomeno a rosicchiare qualche punto, sfruttando anche il passaggio a vuoto del Cus Parma, che rallenta di colpo e concede troppo a rimbalzo, pur rimanendo sempre in controllo della partita. Controllo che però il Cus sembra perdere ad inizio terzo periodo, quando S. Ilario riesce addirittura a sorpassare i padroni di casa, che dopo il time out di Marcucci cambiano marcia, servendo palla sotto e soprattutto muovendosi meglio sul perimetro. Lo strappo è quello decisivo, con S. Ilario che non riesce a trovare le energie e le risorse per rispondere. L’ultimo quarto serve solo al Cus per arrotondare il punteggio ed a S. Ilario per dimostrare di essere squadra vera che non molla mai (come puntualmente avvenuto). Ottima prova di Chezzi, miglior marcatore della gara, ma MVP del Cus è Carretta, che in uscita dalla panchina porta aggressività in attacco ed in difesa.

MVP: Carretta (CUS)

BY Stefano Manuto


2° Giornata RITORNO

18/01/2019

Pontedellolio vs CUS Parma                        63 – 80

(27-20; 16-21; 8-19; 12-20)

Arbitri: Bersani e Stojancev

Pontedellolio

Tanzini 2; Gregori (K) 9; Bricchi 15; Bacigalupi 6; Cottini 25; Markovic 6; Merli 2; Paraboschi; Ponzi; Villani; Bernini. All.re: Lucev

CUS Parma

Pattini (K) 20; Franchini 19; Bellicchi 2; Parizzi F. 11; Carretta 3; Cornacchione 11; Marzo 9 Chezzi 4; Schianchi 1. All.re: Marcucci

Bella vittoria del CUS a Pontedellolio

Prima trasferta del nuovo anno che vede un Cus Parma presentarsi a Ponte dell’Olio con qualche assenza (out Lezzerini, Manuto, Petiziol), ma con la voglia e lo spirito di tornare a spingere sul gas dopo la vittoria in volata con la Planet. Di fronte i giovani ragazzi di coach Lucev, intenzionati a non regalare nulla sul proprio campo. A spuntarla, dopo una gara combattuta più del +17 finale, gli universitari, trascinati da capitan Pattini e da Franchini, che dopo aver messo il sigillo contro la Planet, replica anche contro i piacentini, piazzando una partita solida e di grande qualità.

La gara

Sono i padroni di casa a partire forte, piazzando ben 27 punti nel primo periodo, con Cottini inarrestabile (25 per lui alla fine). Il Cus barcolla ma non molla e grazie a Cornacchione e Marzo tiene il passo degli avversari, arrivando a contatto in chiusura di primo tempo, grazie ad un secondo quarto che vede l’inizio dello show targato Pattini-Franchini, che nel terzo periodo ispirano lo strappo decisivo da parte del Cus, che trova canestri in transizione coi suoi dure esterni, con Franchini ancora convinto di essere al Piano 54 di Madonna di Campiglio, e quindi carico come una molla!

MVP: Franchini (CUS)

Stefano Manuto


1° Giornata RITORNO

11/01/2019

CUS Parma vs Planet Basket Parma                         49 – 47

(7-17; 24-7; 7-8; 11-15)

Arbitri: Zazzero e Imperatore

Usciti per 5 falli: Paschetta (Planet)

T.L.: CUS 6/18 – Planet 6/10

CUS Parma

Manuto 4; Furia; Pattini (K); Franchini 13; Schianchi; Parizzi F. 1; Carretta 12; Petiziol 3; Lezzerini 4; Cornacchione 4; Marzo 3; Chezzi 5. All.re: Marcucci

Planet Basket Parma

Simoncini 3; Cavaglieri 10; Garetto n.e.; Giublesi (K) 5; Paschetta 3; Modica 8; Keita; Alberti n.e.; Barbo 10; Medici 2; Flores Rhugen 5. All.re: Paletti

Il CUS all’ultimo tiro ha la meglio sulla Planet

Prima di ritorno che vede contrapposte Cus Parma e Planet Basket, per una sfida quasi scontata sulla carta, ma che in campo regala, se non bel basket (anzi, davvero obbrobrioso), almeno tensione agonistica ed un finale in volata. La spunta il Cus Parma, grazie alla tripla di Franchini a 4 secondi dalla fine, alla quale la Planet non risponde, con Medici che non si prende il tiro seppur libero dai 4 metri (comunque tra i migliori in campo seppur in condizioni fisiche precarie).

La partita

Uno scempio quella del Cus, poco reattivo, poco lucido, e vincente solo per una maggiore profondità e per una sgasata nella seconda metà del secondo quarto. Gagliarda e tenace quella della Planet, partita forte, in stallo nei quarti centrali (anche per i problemi di falli della sua bocca da fuoco Paschetta), e indomita a fine gara, quando con una tripla di capitan Giublesi, mette paura agli universitari, prima che arrivi la risposta dall’angolo dell’ex Franchini. Come detto Cus poco lucido, troppo perimetrale ma, soprattutto, troppo piatto nel suo approccio alla gara. Due punti che valgono oro per i ragazzi di Marcucci, che però devono riflettere sugli ultimi due mesi di stagione regolare. Per quanto riguarda la Planet invece, se l’approccio è questo risalire la china non sarà facile ma assolutamente possibile.

MVP: Franchini (CUS)

Stefano Manuto


Basket Jolly RE vs CUS Parma 70 – 56

(24-22; 15-13; 13-16; 18-5)

Arbitri: Sidoli e Ghillami

Usciti per 5 falli: nessuno

T.L.: Jolly 10/12 – CUS 12/20

Basket Jolly Reggio Emilia

Manini (K) 15; Moscatelli 4; Vologni 12; Spaggiari 4; Foroni 3; Pirelli ; Monti 2; Taddei 6; Damiani; Tondelli 7; Pellini 14; Zannini 3. All.re: Bartoli

CUS Parma

Manuto 10; Schianchi 3; Pattini (K) 4; Ghezzi; Bellicchi 2; Parizzi F. 5; Carretta 1; Giorgi 1; Petiziol 11; Lezzerini 7; Cornacchione 12; Chezzi. All.re: Marcucci

CADE IL CUS CONTRO UN’OTTIMA JOLLY

Prima caduta stagionale per il Cus Parma, che cede il passo contro una Jolly decisamente più decisa e concentrata, vogliosa, al contrario degli universitari, di dare un segnale al campionato. Partita che ha visto sempre avanti i padroni di casa, che si è decisa però solo nell’ultimo quarto, quando il Cus è andato a sbattere contro un muro, segnando la miseria di 5 punti (per altro tutti in pieno garbage time).

La partita

Partenza col freno a mano tirato per tutte e due le squadre, che sbagliano molto e segnano poco. Il Cus sembra già rigido e piatto in avvio di gara, tanto che coach Marcucci prova subito a dare una scossa mettendo mano alla panchina dopo pochi minuti. Il risultato però non cambia: Pattini e compagni non riescono mai ad imporre il loro gioco, subendo invece quello del Jolly, squadra quadrata ma di fatto quasi un’under 20, che però trova in Manini e Pellini due guide sicure e determinate. Il Cus sbanda, ma riesce comunque a non perdere mai contatto con i padroni di casa, aggrappandosi al talento di Cornacchione, all’intensità di Manuto ed a qualche canestro di Lezzerini, ancora una volta troppo ingenuo nel commettere falli inutili. Jolly prova più volte a scappare, ma il Cus tiene, ed in chiusura di terzo periodo trova il canestro del -1 con Manuto. Da lì in poi è totale black-out: Reggio scala una marcia e scatta verso la vittoria, mentre il Cus chiude la sua partita 10 minuti prima della fine, lasciando per strada due punti, ma soprattutto portando a casa una prestazione troppo brutta per essere vera.

MVP: Manini (Jolly)

Stefano Manuto


7° Giornata ANDATA – 17/11/2018

CUS Parma-Pall. Fulgorati Fidenza 83-65             

(20-21; 26-19; 14-13; 23-12)

 

CUS Parma: Manuto 5; Schianchi 2; Pattini (K) 9; Ghezzi 6; Bellicchi; Parizzi F. 3; Giorgi 15; Petiziol 6; Lezzerini 2; Cornacchione 35; Chezzi; Giampellegrini Gi. All.re: Marcucci

Fulgorati Fidenza: Antonicelli 2; Berselli 2; Gaudenzi 20; Dallaturca; Ferrari 10; Orsi L.; Orsi D. 2; Cavagna; Giraud 7; Baldi 16; Poggi; Imeri (K) 6. All.re: Giacobbi

Arbitri: Oddi e Meloni

 

Settima uscita stagionale e settima vittoria per il Cus Parma, che difende il proprio campo dall’assalto degli aggueriti Fulgorati di Fidenza. Partita bella, giocata con discreto ritmo da entrambe le squadre, che ha visto prevalere i Cussini grazie anche alla prestazione monstre di Amedeo Cornacchione. Il Sampei dell’anolino ha dominato su entrambe le metà campo, colpendo sia dall’arco sia in post basso, dove ha fatto valere la maggiore altezza ed esperienza rispetto ai pari ruolo.

Primo quarto all’insegna dell’equilibrio, con i Fulgorati bravi a giocare in campo aperto, sfruttando il talento e la verve di Baldi, e la pulizia tecnica di Gaudenzi. Solido anche il Cus, che al netto di qualche sofferenza in transizione difensiva, è stato disciplinato e duro in difesa. E’ proprio da quest’ultima e dalle giocate in campo aperto del duo Cornacchione Giorgi, che la squadra di Marcucci ha attinto l’energia per dare il primo strappo alla gara a metà secondo quarto, chiuso poi, grazie alla bomba dalla SUA linea da tre punti di Ghezzi (molto positivo al di là della preghiera finale), avanti di 6 punti. L’apertura di terzo periodo vede ancora le due squadre in perfetto equilibrio: la Fulgor ancora aggrappata al duo Baldi-Gaudenzi (aiutati dall’energia di Ferrari, poi uscito per infortunio), il Cus costantemente da Cornacchione, con l’ottimo apporto d’esperienza e calma del duo Pattini-Manuto, il primo sia in attacco che in difesa, il secondo a battagliare con l’altro “giovane” della partita, Imeri. Nel quarto periodo il Cus mette le marce alte, l’energia di Ghezzi e Schianchi e le invenzioni di Cornacchione portano il vantaggio in abbondante doppia cifra, un vantaggio poi gestito con calma e sicurezza dai ragazzi di coach Marcucci.

MVP: Cornacchione


6° Giornata ANDATA – 10/11/2018

Ducale Magik Parma vs CUS Parma                         46 – 64

(14-20; 14-14; 12-16; 6-14)

Arbitri: Meloni e Piedimonte

Usciti per 5 falli: Giorgi (CUS)

T.L.: Ducale 9/13 – CUS 6/10

Ducale Magik Parma: Illari 9; Pergetti; Bertolini (K) 5; Lannutti 9; Frazzi 2; Barigazzi; Resureccion 11; Tinelli 6; Pezzani; Allodi 3; Beltran 1; Gasparini. All.re: Raffin

CUS Parma: Manuto 8; Furia; Pattini (K) 4; Giampellegrini Gu.; Bellicchi n.e.; Parizzi F. 6; Giorgi 11; Petiziol 1; Lezzerini 3; Cornacchione 15; Marzo 7; Giampellegrini Gi. 9. All.re: Marcucci

CUS SENZA PROBLEMI NEL DERBY

Sesto successo consecutivo per il Cus Parma, che sul campo della Ducale porta a casa una partita controllata dall’inizio alla fine ma per niente facile, grazie anche alla tenacia dei giovani guidati da coach Raffin, che però poco ha potuto contro un Cus concentrato e aggressivo. Tante le assenze per gli universitari, con Marcucci che ha dovuto fare a meno di Franchini e Carretta (che, si spera, beccheranno pioggia durante le loro vacanze), sempre di Parizzi e Chezzi, ed all’ultimo minuto anche di Bellicchi, in panchina ma solo per onor di firma. Straordinari quindi per il giovane Manuto, che però trova la spalla ideale in Max Marzo, all’esordio stagionale e subito importante sotto canestro.

La gara

Partita subito su ritmi alti, con tanti errori di generosità per entrambe le squadre, ma agonismo e difesa. E’ proprio questa a far dare il primo strappo al Cus, che piazza tre-quattro recuperi in fila ben trasformati in contropiedi e transizioni. La Ducale prova a reagire, grazie ai centimetri di Illari (troppo poco servito sotto canestro, ma decisamente positivo) ed al talento di Resureccion. Il Cus però non molla, rispondendo colpo su colpo, ma commettendo ancora troppi errori ed arrivando così all’intervallo sopra di soli 6 punti. Nel terzo periodo la musica non cambia: il Cus prova a scappare, ma la Ducale è brava a rimanere attaccata alla partita, riuscendoci in parte, almeno fino a quando il Cus non inserisce le marce alte, con le triple di Giacomo Giampellegrini, le giocate sotto canestro di Manuto ma, soprattutto, con i canestri e le giocate di Cornacchione, autore di una doppia doppia condita da assist importanti e da buone giocate difensive. Nell’ultimo quarto il Cus incrementa il vantaggio, con i ragazzi di Raffin bravi a non mollare fino alla fine, onorando la partita e l’avversario.

MVP: Cornacchione (CUS)

by Stefano Manuto

 

5° Giornata ANDATA – 31/10/2018

CUS Parma vs Gazze Canossa                     85 – 60

(24-10; 20-21; 22-21; 19-8)

Arbitri: Riccardi e Meloni

Usciti per 5 falli: nessuno

T.L.: CUS 14/19 – Gazze 11/24

CUS Parma

Manuto 3; Giampellegrini Gu. 2; Pattini (K) 2; Franchini 4; Bellicchi 6; Parizzi F. 10; Carretta 10; Giorgi 4; Petiziol 14; Lezzerini 12; Cornacchione 14; Giampellegrini Gi. 4. All.re: Marcucci

Gazze Canossa

Franzini (K) 8; Bigliardi 6; Guatteri 8; Ferretti; Maggiali 19; Salati 5; Tubertini; Pezzi 1; Bizzocchi 3; Fontanesi 10. All.re: Brevini

CINQUINA DEL CUS CONTRO LE GAZZE

Continua la striscia positiva per il Cus Parma, che nel turno infrasettimanale trova la quinta vittoria consecutiva, contro una Gazze Canossa mai doma, ma con troppo poco talento per impensierire la truppa di coach Marcucci, che deve ancora fare a meno di Riccardo Parizzi e, soprattutto, di Marco “Halloween” Chezzi, che le cronache raccontano in grande caccia nella notte delle streghe.

Nonostante questo, ad inizio partita il Cus riesce a scavare un piccolo solco, puntando sulla verve di Lezzerini (veramente autorevole il suo inizio di stagione), ed al talento diffuso dei suoi esterni, che trovano canestri facili dopo palle rubate. Canossa prova a reagire, affidandosi al talento di Maggiali ed alla grinta di un gruppo che in campo sembra coeso. Nel secondo periodo i reggiani riescono a mantenere il passivo nell’ordine dei 10 punti, con il Cus a rispondere colpo su colpo, anche se troppo distratto in fase difensiva. Il terzo quarto è la fotocopia del secondo, con le due squadre a scambiarsi canestri in sequenza, con il passivo a favore del Cus che rimane praticamente invariato. Ma il Cus è troppo profondo per Gazze, ed a inizio quarto periodo da lo strappo decisivo, piazzando un parziale importante ed arrivando anche a toccare il +30.

Come detto, ottima partita degli esterni, col trio Lezzerini-Cornacchione-Petiziol su tutti, in particolar modo è l’udinese il vero MVP della gara, dove ha messo in mostra colpi e fisicità che fanno brillare gli occhi a coach Marcucci ed a tutta la sua squadra, ancora accecata dalle scelte “estetiche” di Chezzi.

MVP: Petiziol (CUS)

firmato Stefano Manuto

 

4° Giornata ANDATA

26/10/2018

CUS Parma vs Basket Salso 80 – 77

(12-21; 21-13; 18-22; 29-21)

Arbitri: Russo e Piedimonte

Usciti per 5 falli: Besagni (Salso)

T.L.: CUS 19/28 – Salso 13/19

CUS Parma: Manuto 11; Furia n.e.; Pattini (K) 6; Franchini 7; Ghezzi; Bellicchi 4; Parizzi F. 9; Carretta 4; Giorgi 10; Petiziol 4; Lezzerini 13; Cornacchione 12. All.re: Marcucci

Basket Salso: Canali 25; Rigoni; Maccini 10; Lettieri (K) 2; Tedeschi; Cigala 2; Avanzini 13; Besagni 6; Biacca n.e.; Sbernini n.e.; Zamboni 3; Cabrini 16. All.re: Allodi

CUS A FATICA CONTRO UN OTTIMO BASKET SALSO

Quarta di campionato e prima vera difficoltà per il Cus Parma, che al PalaCampus ha ospitato Basket Salso, per una gara ad alto punteggio, decisa solo nel finale con la vittoria in volata del Cus. Per i termali grande partita di “Cetta” Canali, a tratti inarrestabile, sostenuto dal solito talento di Avanzini e dalla solidità di Cabrini. Dal canto loro, i ragazzi guidati da coach Marcucci, si sono affidati al solito Lezzerini, al rientro di Cornacchione ed all’esperienza di Manuto, chiamato agli straordinari vista l’assenza oltre che di Parizzi, anche di Chezzi, fermo ai box per un incontro al Bar Gianni con Marilyn Manson.

La gara

Salso parte con le marce alte, infilando canestri su canestri in contropiede, prendendo letteralmente a schiaffi la NON difesa dei ducali, entrati in campo piatti e con poca concentrazione. Sul 17 a 4 coach Marcucci prova a dare la sveglia ai suoi, che in effetti reagiscono, riuscendo a raddrizzare il punteggio in chiusura di primo quarto. L’energia data dalla panchina del Cus si riflette anche nel secondo quarto, dove i padroni di casa stringono qualche vite in difesa e trovando canestri anche con capitan Pattini, chiudendo il primo tempo sotto solo di un punto. La ripresa è sempre equilibrata, con Salso brava a rimettere la testa avanti proprio quando il Cus la raggiunge nel punteggio, sfruttando la vena realizzativa di Canali e qualche distrazione di troppo della difesa avversaria. Sotto nel punteggio il Cus però non molla e grazie all’energia di Petiziol (il migliore dei suoi in difesa) e sul finire del quarto periodo trova prima il canestro e fallo di Manuto (come al solito una sicurezza in lunetta), poi le bombe e i punti del duo “Pulp” Giorgi-Parizzi F, che sembrano chiudere il discorso, prima della tripla incredibile di Avanzini, che però illude solo i termali, che alla fine devono capitolare, uscendo però dal campo a testa alta.

MVP: Petiziol (CUS)

Stefano Manuto

 

3° Giornata ANDATA

21/10/2018

S.Ilario B&V vs CUS Parma                           57 – 75

(13-18; 14-20; 13-19; 17-18)

Arbitri: Delrio e Bertolini

Usciti per 5 falli: Violi (S.Ilario)

T.L.: S.Ilario 10/20 – CUS 16/25

S.Ilario B&V

Setti M. 2; Bertolini; Dotti 8; Setti P.; Rosi 2; Violi 15; Micucci (K) 10; Reverberi; Razzoli; Guasti 3; Amponsah 8; Fava 9. All.re: Violi

CUS Parma

Manuto 6; Pattini (K) 8; Franchini 3; Ghezzi 2; Bellicchi 2; Parizzi F. 5; Carretta 18; Giorgi 4; Giampellegrini Gi.; Lezzerini 7; Petiziol 8; Chezzi 12. All.re: Marcucci

TRIS DEL CUS SUL CAMPO DI S.ILARIO

Terza uscita stagionale e terza vittoria consecutiva per il Cus Parma che, sul difficilissimo campo di S.Ilario, riesce a far sua una partita come al solito giocata all’arrembaggio dai reggiani, consapevoli di dover colmare il gap tecnico e fisico con aggressività  e tenacia.

Punteggio mai in discussione, col Cus che scappa in avvio, grazie al talento di Carretta ed alla fisicità di Chezzi (vero valore aggiunto di questo inizio di stagione). S.Ilario prova a riportarsi sotto, ma la profondità della panchina cussina permette a coach Marcucci di dare sempre nuova linfa e nuovi assetti alla sua squadra, che a parte qualche giro a vuoto, dovuto anche alla difesa a tutto campo dei padroni di casa, riesce a mantenere il controllo della partita.

La gara si accende, anche a causa di qualche colpo proibito dei giocatori di S.Ilario, che vicini al -30 provano a metterla sulla garra. Il Cus è più o meno bravo a rimanere freddo, tenere il divario sulle 20 paste e proiettarsi alla delicata sfida di venerdì prossimo in casa contro Salso.

MVP: Chezzi (CUS)

Stefano Manuto


2° Giornata ANDATA

12/10/2018

CUS Parma vs Pontedellolio 68 – 43

(21-14; 10-10; 19-11; 18-8)

Arbitri: Zazzero e Fichera

Usciti per 5 falli: nessuno

T.L.: CUS 11/13 – Pontedellolio 8/16

CUS Parma: Furia 2; Pattini (K) 4; Franchini 5; Bellicchi 6; Giampellegrini Gu.; Carretta 4; Giorgi 9; Manuto 4; Lezzerini 13; Chezzi 12; Parizzi F. 8; Giampellegrini Gi. 1. All.re: Marcucci

Pontedellolio:Tanzini 2; Gregori (K) 1; Bricchi 3; Bacigalupi; Cottini 10; Markovic 8; Merli 3; Nebolosi 2; Massari; Maggi; Di Giorgio 14. All.re: Lucev

CUS SENZA PROBLEMI CONTRO PONTEDELLOLIO

Seconda uscita stagionale per il Cus Parma, che nel suo esordio di fronte al pubblico amico supera i giovani di Pontedellolio, dopo una partita contrassegnata da molti errori al tiro, ma da un discreto ritmo per alcuni frangenti della gara.

Cus sempre avanti nel punteggio, grazie ad un buon primo quarto, con i ragazzi di Lucev aggrappati al talento di Markovic e Di Giorgio, quest’ultimo decisamente buono per la categoria, anche se sacrificato per forza di cose nel ruolo di 5. Come detto, partita contrassegnata da troppi errori al tiro, da parte di Pontedellolio provocati da una buona difesa del Cus, che però a sua volta, contro la difesa bulgara degli avversari, ha faticato a trovare tiri in ritmo, spesso affidandosi troppo al tiro da fuori dopo un solo passaggio.

La squadra di Marcucci ha comunque sempre mantenuto il controllo della partita, mettendo in mostra ancora una volta un ottimo Lezzerini ed un sempre più positivo Chezzi, vera sorpresa di questo inizio di stagione e pedina importante in un reparto lunghi che per ora vede attivi i soli (oltre a Chezzi) Manuto e Bellicchi. (Stefano Manuto)

MVP: Chezzi (CUS)

 

 

5/10/2018

1° Giornata ANDATA

Planet Basket vs CUS Parma                       58 – 79

(15-21; 20-21; 13-16; 10-21)

Arbitri: Oddi e Spocci

Usciti per 5 falli: nessuno

T.L.: Planet 9/15 – CUS 6/14

Planet Basket

Cavaglieri 7; Veronese 17; Giublesi (K) 8; Paschetta 6; Modica 2; Centofanti 8; Servidei 6; Finardi; Barbo 2; Medici; Simoncini 2. All.re: Paletti

CUS Parma

Manuto 6; Pattini (K); Franchini 9; Schianchi; Bellicchi 3; Parizzi F. 17; Carretta 9; Giorgi 5; Parizzi R. 19; Lezzerini 4; Petiziol 1; Chezzi 6. All.re: Marcucci

BUONA LA PRIMA PER IL CUS

Prima di campionato che propone subito un sentito derby tra i padroni di casa della Planet Basket e il Cus Parma, con gli universitari vincenti di venti punti, ma dopo una gara combattuta fino ai primi minuti del quarto periodo, quando la maggior freschezza dei ragazzi di coach Marcucci ha fatto la differenza. Come quasi tutti gli esordi stagionali, anche questo ha vissuto di alti e bassi, con tanto agonismo ed intensità e qualche errore di troppo, giustificato ampiamente dal poco basket nelle mani e nelle gambe dei giocatori. Da una parte la squadra guidata da coach Paletti, che in estate ha dovuto far fronte a qualche partenza, dall’altra il Cus Parma, che dopo la bella stagione dello scorso anno, si presenta ai nastri di partenza con un roster più profondo, forte di 4 innesti importanti (Giorgi, i fratelli Parizzi e Tommaso Lezzerini).

La gara

Primo quarto all’insegna dell’equilibrio, con la Planet aggrappata al talento di Veronese ed all’energia di Centofanti e Servidei. Dal canto suo il Cus è bravo ad imbastire un buon gioco, ma è troppo piatto e distratto in difesa ed a rimbalzo. Nonostante questo, riesce a chiudere il primo periodo avanti di 6 punti (15-21). Il distacco resta praticamente invariato anche nei secondi 10 minuti, con la Planet sempre aggrappata alla gara con giocate d’orgoglio del suo capitano Giublesi ed il Cus ancora imballato. Il quarto si chiude con una tripla di Riccardo Parizzi che fissa il risultato sul 35 a 42. La ripresa vede un Cus Parma più duro, concentrato e fisico, pericoloso dal perimetro con le triple di Fillippo “Wippo” Parizzi e l’energia sotto i tabelloni di un Chezzi tra i migliori in campo. La Planet però non ci sta a capitolare troppo presto, e risponde colpo su colpo, anche se deve cedere ancora qualche punto in chiusura di terzo periodo (48-58). L’inizio di ultimo periodo è quello che spacca la partita: Riccardo Parizzi spara due triple da distanza siderale, e quando al fratellone si aggiunge anche Parizzi Junior il Cus piazza il parziale decisivo, chiudendo la gara senza più girarsi indietro. Una vittoria, che però viene guastata in parte dall’infortunio di Riccardo Parizzi che si procura una micro-frattura della costola in uno scontro con Giublesi. Un infortunio che lo terrà lontano dal campo per alcune settimane.  (Stefano Manuto)

MVP: Parizzi Riccardo (CUS)